sabato 12 luglio 2014

FIAT 500 A GASSER... any idea?


Rara versione Fiat 500 A tetto rigido, sapientemente modificata, e il cuore VW la portatava sui 400 metri intorno ai 10 secondi scarsi!




mercoledì 14 maggio 2014

venerdì 6 dicembre 2013

***GASSER*** BAD COMPANY




Roger Crawford… questo nome per molti significherà poco, ma per la California delle gare Drag degli anni 70 invece era una garanzia!
Roger Crawford è stato un membro del DRF (Der Rennwagen Fuhrer).

In quegli anni spesso ci si concentrava su motore e perdita di peso, aggiungendo cavalli e levando libbre, ma Roger aveva intuito che non sono le sole cose vincenti, infatti, ci vuole la giusta aderenza e la forza di rimanere dritti con il giusto grip specialmente in partenza su auto leggere come le VW.


Ecco che Roger prende come base un bel sedan 1967pea green, già con il ball joint, avantreno più evoluto del vecchio link pin, già in origine tutta un'altra musica, ma Roger fece di più, lo sostituì con uno del VW Typ 181, ovvero della “Pescaccia”, settato al minimo della convergenza e in modo da avere il massimo dell’aderenza con l’incremento dei cavalli.


In oltre si concentrò su ammortizzatori, cerchi (BRM magnesio) e gomme (MH) il tutto studiato e perfezionato per un’ottima aderenza




Il retrotreno, rinforzato e modificato da uno dei più esperti in materia della CRAWFORD ENGINEERING, Terry Ferguson ZF limited Differenziale, con semiassi Heavy duty, ingranaggi modificati ecc.


Anche le barre di torsione sono state lavorate a 28mm per dare più progressione alle partenze e dare maggiore aderenza al posteriore, accompagnati da specifici ammortizzatori, cerchioni e gomme fanno si che il posteriore di questo “gasser” sia sempre pronto alle partenze più improvvise.


Garland Color & Design per verniciatura e lettering e Mr. Bobkat 


Per gli interni in puro stile cal tardi 70, all'interno un abbinamento plaid e pelle nera, leva cambio DDS, il cruscotto con grande contagiri centrale e di lato 3 piccoli strumenti  di pressione olio, temperatura olio e temperatura teste


“Il classico trattamento di alleggerimento” in questo gasser dall’aria stradale, non fu fatto, e si può notare come perfino il serbatoio originale e pesantissimo sia rimasto al suo posto, appena ruota di scorta e serbatoio lavavetri è stato eliminato e solo un piccolo accorgimento estetico come era in voga in quegli anni è stato riservato a questo vano cofano anteriore, ovvero tutto spruzzato di nero satinato.



A secondo delle condizione erano a disposizione due motori con varie configurazioni:
-1835cc   69x92
-1968cc   74x92
Entrambi gli alberi motore erano OKRASA, BRC pistoni, bielle Chevy o Porsche.
Tre tipi di alberi a camme forniti da Engle, Norris o Crane, tutte con 340° -680, cambiando solo i bicchierini idonei.
Particolare di lodevole importanza era la puleggia motore anteriore, con varie grammature (3,4,8,8 e 10Lb)
Differenti alberi motore e cam, non potevano che richiedere differenti teste:
-40x37,5
-42x36
-44x35,5

Flussaggio, lavorazione di teste e scarichi tutto direttamente alla Crawford Engineering.





Roger era riuscito a fare un auto da 12,34 a 110 mph facendo molta attenzione a particolari da altri trascurati, non male direi per un auto quasi stradale!





Che fine abbia fatto questo gasser, avrei potuto chiederlo direttamente a Roger all’EBI, ma purtroppo “ho perso questo treno” ma vedrò di rimettere insieme i pezzi e recuperare informazioni, tramite face book…
promesso!!